Le scadenze fiscali e contributive di luglio 2018

Scadenze fiscali luglio 2018: 730, dichiarazioni e tributi tante le novità e le

modifiche ai termini di alcuni obblighi fiscali. Due tra questi riguardano, la dichiarazione dei redditi 2018 tramite modello 730 precompilato 2018 e il 730 ordinario, e la scadenza pagamenti Unico acconto e saldo IRES IRPEF, le cui scadenze sono state definitivamente prorogate al 30 giugno anziché al 16.

Lunedì 2 luglio 2018

Il 2 luglio 2018 scadono i seguenti adempimenti:

  • Versamento saldo 2017 e prima rata acconto 2018 in unica soluzione o Acconto derivanti dalla dichiarazione dei redditi 2018 anno 2017 e dalla dichiarazione IRAP. In caso, è possibile versare quanto dovuto anche al 30 luglio, che slitta a lunedì 31 luglio, maggiorando le somme dello 0,40%;
  • – Contributi Inps artigiani e commercianti Ivs e gestione separata derivanti dalla dichiarazione dei redditi persone fisiche: versamento saldo 2017 e primo acconto 2018.
  • – Cedolare secca: occorre versare il saldo del 2017.
  • – Rivalutazione terreni posseduti al 1° gennaio 2017, si versa la seconda rata dell’imposta sostitutiva;
  • – INPS – Trasmissione UNIEMENS flussi contributivi e retributivi unificati.

Lunedì 9 luglio 2018

730ordinario. Il 7 luglio 2018 scade il termine entro il quale i contribuenti tenuti alla dichiarazione dei redditi 2018, devono provvedere a consegnare/trasmettere il modello 730 ordinario al proprio sostituto d’imposta.

il 7 luglio ovvero lunedì 9 luglio 2018 è la scadenza per il 730 ordinario presentato tramite sostituto mentre al 23 luglio è per chi trasmette il modello ordinario tramite CAF o intermediario. Anche la scadenza 730 precompilato 2018 è al 23 luglio.

Martedì 10 luglio 2018

versamento contributi lavoratori domestici relativi al 2 trimestre 2018

Lunedì 16 luglio 2018

Dichiarazione dei redditi 2018 per anno 2017 persone fisiche, società di persone e soggetti Ires

  • Rata per imposte e contributi per i titolari di partita Iva Rata Iva
  • Versamento rata Iva per anno 2017 risultante dalla dichiarazione Iva 2018; Cedolare secca
  • Versamento prima rata acconto 2018 in unica soluzione o prima rata, nel caso in cui l’imposta sostitutiva sia pagata a rate, con lo 0,40 % in più Pagamento in ravvedimento IMU TASI; IVIE: ravvedimento Imposta sul valore degli immobili situati all’estero; IVAFE: ravvedimento Imposta sul valore delle attività finanziarie detenute all’estero.
  • Liquidazione IVA di giugno 2018 per i contribuenti mensili
  • Redditi di lavoro dipendente e assimilati del mese precedente. I sostituti devono versare anche le addizionali comunali e regionali;
  • Redditi di lavoro autonomo corrisposti nel mese di giugno
  • contributi Inps lavoratori dipendenti e collaboratori retribuzioni mese di giugno

Lunedì 23 luglio 2018

è la nuova scadenza 730 precompilato 2018: per effetto della legge di Bilancio 2018, la nuova scadenza per chiunque utilizzi il modello 730 precompilato è il 23 luglio di ciascun anno sia per chi invia il modello da solo o lo fa tramite Caf. Per i CAF ed intermediari, è stato abolito il vincolo di almeno l’80% delle dichiarazioni elaborate per trasmetterli fino al 23 luglio. Il 23 luglio 2018 è anche il termine ultimo per la presentazione del 730 ordinario presentato tramite CAF o intermediario.

Mercoledì 25 luglio2018

modello Intrastat contribuenti mensili che trimestrali.

Versamento contributi Enpaia

Martedì 31luglio2018

Dichiarazione dei redditi 2018 per anno 2017 persone fisiche

  • Contributi Inps artigiani e commercianti Ivs e gestione separata – saldo 2017 e primo acc. 2018 con 0,40 % in più. pagamento Redditi, Unico 2018 persone fisiche e Unico SP per il versamento saldo 2017 e prima rata acconto 2018 in unica soluzione con aumento dello 0,40 %, o prima rata in caso di pagamento rateale con 0,40 % in più pagamento IRES
  • – IRAP da dichiarazione dei redditi 2018 per i soggetti tenuti al versamento dell’imposta sul reddito delle società;
  • Imposta sostitutiva regime forfettario e contribuenti minimi a saldo 2017 e acconto 2018;
  • Rottamazione cartelle bis 2018: per coloro che hanno partecipato alla prima rottamazione ma ne sono stati esclusi perché non hanno pagato le rate successive, possono rientrare nella nuova rottamazione bis se entro il 31 marzo hanno pagato le rate omesse e se entro il 31 luglio, versano l’importo condonato + interessi di mora
  • Inps uniemens

    da ricordare

  • Per effetto della Legge di Blancio 2018, anche la scadenza modello 770 è variata dal 31 luglio al 31 ottobre.
  • Controlli e pagamenti – Sospesi dal 1º agosto al 4 settembre i termini per inviare documenti e informazioni agli uffici dell’agenzia delle Entrate o ad altri enti impositori. È anche sospeso il termine di 30 giorni per pagare le somme dovute a seguito di controlli automatici, formali e della liquidazione delle imposte sui redditi a tassazione separata.

Giorgio Lecis

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...